La via del guerriero digitale!

F-Commerce in arrivo!

Facebook vuole essere di più di un luogo dove socializzare, scoprire e condividere contenuti, vuol diventare il posto dove chiunque possa anche acquistare senza mai uscire dalla piattaforma.

I rumors ormai circolano da diverso tempo, ma sembra sempre più reale l’imminente possibilità di acquistare direttamente sul social network con un semplice click. A diffondere la notizia anche siti autorevoli come  Buzzfeed e Mashable: la società sta costruendo negozi all’interno delle pagine Facebook. Essenzialmente mini siti di e-commerce che danno alle imprese la possibilità di istituire una seconda casa tra le sue mura . I negozi sono ancora in fase di test , ma alcuni già dispongono dei pulsanti “Compra Ora”che permettono di effettuare l’intera esperienza di shopping all’interno di Facebook – dalla scoperta del prodotto alla cassa .

“With the shop section on the page, we’re now providing businesses with the ability to showcase their products directly on the page,? ha dichiarato a BuzzFeed News la Facebook product marketing manager Emma Rodgers.

I negozi di Facebook debuttando nel momento in cui va di moda fra i commerce player costruire funzionalità non tradizionali: lo shopping è diventato social – Pinterest e Twitter hanno introdotto le loro versioni di negozi e Google ha svelato un il proprio tasto del buy accanto alle ricerche. Queste iniziative stanno accadendo in un momento di transizione per il commercio online.

Le tab

Molte aziende traggono vantaggi economici dal traffico di utenti sulle loro fan page generato da pubblicità su Facebook. Implementare un negozio di E-commerce sulla propria pagina è un’idea che alletta, e ha allettato, molte persone. Esistono infatti molte piattaforme disponibili di F-Commerce (Facebook E-Commerce)

La possibilità di acquistare da Facebook è da tempo già presente sul social network di Mark Zuckemberg, grazie alla presenza di tab dedicate.
Senza stare a citarle tutte riporto due esempi, forse i più user- friendly:

  • app commerce 1Shopify: basta iscriversi per ottenere il proprio negozio di Facebook , caricare una foto degli articoli, compilare le descrizioni , e impostare i prezzi .
    Una volta finito, Shopify installerà automaticamente un negozio sulla Facebook Business Page dell’azienda . Dopodichè è sufficiente comunicare la possibilità di acquistare su Facebook e condividere i prodotti con i propri fan.
    Gli utenti possono navigare tra i prodotti e cliccare “Buy? oppure “Add to Cart? — A questo punto verranno mandati sull tuo sito di E-Commerce originale, fuori Facebook, per completare la transazione.app commerce 2
  • Miva Merchant: l’applicazione pesca in automatico i prodotti caricati su Miva Merchant Store e li carica nella Pagina Fan su Facebook. In pratica genera traffico verso il sito. Il layout della Tab è molto pulito e semplice quindi le immagini utilizzate sono molto importanti. Ci sono due opzioni disponibili a seconda delle esigenze: la prima versione utilizza il modello di pagina di default con un aspetto standard, la seconda prevede una consulenza con un designer in-house per personalizzare il layout.

Le novità dei Facebook Commerce

I pagamenti saranno immediati utilizzando Facebook Messenger: . Gli utenti potranno aggiungere le informazioni relative alla propria carta di credito direttamente nelle impostazioni di Messenger ed inviare pagamento in tempo reale, durante una normale chat, semplicemente cliccando il tasto “$? e premendo su “Paga ora.
f-commerce

Una gigantesca possibilità di espansione in termini di vendite e visibilità per i Brand che hanno deciso di investire nel Social Media Marketing: vista la vastità di aziende presenti, il catalogo degli f-commerce potrebbe essere potenzialmente infinito. Si arriverà a non uscire mai da Facebook? Tutto quello che ci serve sarà già lì…a porta di click.

 

Sono diventato Social Media Manager! Figata, e adesso?

E’ il tuo primo giorno da Social Media Manager per una nuova azienda, da dove iniziare?

Questa domanda è la più comune, ma rimane una domanda non fatta perché spesso le persone sono preoccupate di sembrare inesperte o di fare una cattiva impressione quando iniziano un nuovo lavoro. Tuttavia è davvero una domanda sensata, fare un errore irrimediabile sarebbe probabilmente molto più compromettente che chiedere aiuto ai colleghi.

Non puoi semplicemente iniziare a postare e twittare a nome di un’azienda che non conosci e con cui non hai familiarità. Ogni azienda ha un target diverso, bisogni diversi e obiettivi diversi derivati dalla propria presenza sui social. Allo stesso tempo tu vuoi mostrare di avere iniziativa e di esserti perfettamente calato nel tuo nuovo lavoro.

Dovresti passare il tuo primo giorno da social media manager, ma anche la tua prima intera settimana, ad ascoltare e imparare: hai bisogno di capire cosa funziona e cosa no, di stabilire i tuoi obiettivi, come e in quanto tempo raggiungerli.

Per aiutarti a iniziare con il piede giusto qui 5 consigli utili per affrontare la tua prima settimana da social media manager in una nuova azienda. Consigli impartiti da chi nella tua posizione ci è stata, si è posta la fatidica domanda e non ha assolutamente avuto il coraggio di farla a nessuno.

Il controllo

Controllo

La prima cosa da fare in ogni situazione di pericolo è cercare la fonte, nel caso di un social media manager questo si traduce in “controllo”. Un’attività di questo tipo è utile per avere social-auditun punto di partenza  e capire, con un primo sguardo, cosa funziona e cosa no. Si rivelerà prezioso quando poi sarai chiamato a impostare una nuova strategia.

Questa fase si compone di 4 parti:

  1. Fare una lista di tutti i profili attualmente attivi e valutare le performance
  2. Identificare chi ha accesso ai singoli account e, se necessario, centralizzare l’amministrazione
  3. Individuare quali sono i tool utilizzati per la gestione dei canali social
  4. Studiare il processo in cui le attività sui Social Media sono richieste ed eseguite.

Ascolta i tuoi follower

social-listening-B2BDando per scontato che l’azienda per cui hai iniziato a lavorare abbia già dei canali social attivi, una delle prime cose da fare è semplicemente ascoltare i tuoi follower. Sono proprio loro la migliore fonte di informazioni e ispirazione!

Questo ti darà modo di capire quali tipi di contenuti hanno rilevanza e cosa guida le discussioni online: guarda cosa viene condiviso, cosa regolarmente ingaggia i tuoi follower ed esamina i loro post.

Guardati indietro

Se hai accesso a Google Analytics guarda bene le performance dei diversi contenuti del blog o del sito, cercando di identificare quelli che hanno avuto le performance migliori nell’ultimo anno. Paragonali ai miglior post pubblicati sui social e cerca di capire se ci sia un nesso o meno. Spesso quello che funziona a livello SEO non ha la stessa riposta sui social e viceversa. Lavorando sinergicamente sarà più facile raggiungere l’obiettivo :-)

Studia la struttura dei post e/o dei tweet: quanto è lungo il messaggio? C’è un link? Dove è inserito? Qual è il tono di voce: serio, scherzoso, semplice, complicato? Creati quindi il tuo storico con i 10 migliori post per ciascun canale in modo tale da avere la giusta ispirazione quando dovrai creare i contenuti.

Parla con i tuoi nuovi colleghi

Fino a questo momento hai guardato cosa succede fuori dalle mura della tua nuova azienda, ma cosa si dice all’interno? È importantissimo parlare con i propri colleghi per avere un nuovo punto di vista. Chiedigli cosa sanno a riguardo dei Social aziendali:  potrebbero non saperne nulla, potrebbero essere completamente scollegati da una strategia corporate sui social network ed è utile che comincino a pensare a come poterla integrare con le loro attività.

Far familiarizzare i tuoi nuovi colleghi con i social permetterà a te di familiarizzare con loro e sarà il tuo primo step per farti conoscere in azienda.

Creare dei template

Esisto già dei template per la strategia social aziendale?immagine-piano-editoriale

Se la risposta è no, un ottimo modo per farsi conoscere è quello di crearne. Questo ti permetterà di lavorare al meglio sugli obiettivi impostati e di cambiare facilmente rotta quando deciderete di modificarli.

Un calendario editoriale ti aiuterà a tenere traccia dei contenuti che vengono prodotti, in modo da poter pianificare la tua promozione social.

Detto questo il miglior consiglio che posso darti è osservate, ascoltate, assorbite e sperimentate. I social purtroppo o per fortuna non hanno regole scritte valide in assoluto.

In bocca al lupo miei cari! Aspetto i vostri di consigli :-)

 

Fotoritocco: Instagram vs le app

Era dicembre quando Instagram rilasciò un corposo aggiornamento della sua app, la versione 6.0, con l’introduzione di alcuni strumenti per l’editing dichiarando guerra alle più comuni app di fotoritocco.

Ma quella era solo la prima battaglia, la guerra era appena cominciata…

Da qualche settimana infatti Instagram ha annunciato l’introduzione di due nuovi strumenti: Color e Fade.

color_fade_instagram

 

 

“Color? ci permetterà di colorare le luci o le ombre delle nostre foto. I colori disponibili, inizialmente saranno giallo, arancio, rosso, rosa, viola, blu, ciano o verde.

“Fade?  invece permetterà di aggiungere alle nostre foto toni di colori miti.

Tutte le app di fotoritocco disponibili per IOS e Android

Gli stVSCOCamrumenti resi disponibili sono quelli che possiamo trovare sulla maggior parte delle app di fotoritocco, con qualche plus, come la possibilità di correggere la prospettiva. Queste due implementazioni introdotte da Instagram potranno potenzialmente togliere utenti a tutte le app di fotoritocco. Tra queste sicuramente la più interessante è VSCO Cam che fonde magicamente potenza, semplicità ed eleganza. Il servizio è, allo stesso tempo, un social network, uno studio di editing e una foto gallery.

Un’altra applicazione, disponibile sia per IOS che per Android, che svolge la funzione di fotoritocco e di cui vi avevo già parlato qui è Aviary. Con questa app la modifica di una fotografia scattata con uno smartphone è divisa in tre parti: lo scatto della foto o l’importazione dalle gallerie, le operazioni di editing e infine l’esportazione. Ci sono poi Pixlr ExpressSnapseed e molte altre ancora… Tuttavia è proprio a tutte queste applicazioni che Instagram sta cercando di “rubare” utenti attraverso la possibilità di attuare tutte queste azioni all’interno del social stesso.

Senza dubbio con le sue nuove implementazioni Instagram punta a diventare una vera e propria soluzione all-in-one in grado di coprire sia l’editing di base che la condivisione,.

 

La Tragedia del Nepal nel mondo dei social

Quella avvenuta nei giorni scorsi in Napal è una vera e propria catastrofe:il Paese è in ginocchio. Due fortissime scosse di terremoto ravvicinate e prolungate, seguite da ben 23 repliche, hanno seminato morte e distruzione soprattutto nella capitale Kathmandu.

Earthquake 2015 April 25Here is the video footage from my security camera that shows the earthquake! My prayers out to everyone!

Posted by Kishor Rana on Sabato 25 aprile 2015

 

Il bilancio delle vittime è drammatico: 2500 morti, più di 6000 feriti e innumerevoli dispersi.

E’ proprio in questo momento che i social network vengono incontro alla società, per una volta con lo scopo di migliorarci la vita, per cercare di rendersi utili. Facebook ci ha dato un importante esempio di come i social possano aiutarci in caso di eventi naturali.

La funzionalità “Safety check”, annunciata settimane fa, è stata attivata e ha permesso alle persone presenti nell’area del terremoto di avvisare con un click tutti gli amici di Facebook che stanno bene.

Sembra una banalità, ma invece sono molti gli stranieri che per motivi personali si trovavano nell’area interessata dal sisma ed in queste situazioni è facile che si diffonda il panico tra chi non riesce a mettersi in contatto con amici e parenti. Il social network di Zuckerberg non fa altro che offrire un ulteriore metodo per cercare di conttarli.

This morning we activated Safety Check for people affected by the earthquake in Nepal. It’s a simple way to let family…

Posted by Mark Zuckerberg on Sabato 25 aprile 2015

 

Lo stesso Mark Zuckerberg ha spiegato sul suo profilo come utilizzare il safety check: “È un modo semplice per avvisare la famiglia e gli amici che stai bene. Se ti trovi in una delle zone colpite dal terremoto, rispondi alla domanda e tutte le persone con cui sei in contatto avranno tue notizie.? Ha aggiunto: “Quando accadono i disastri la gente ha bisogno di sapere che i propri cari sono al sicuro. È in questi momenti che essere in grado di connettersi conta davvero”.

Come funziona? 

Se ti trovi nelle vicinanze di un disastro naturale, puoi far sapere agli amici che stai bene e controllare se stanno bene:

  1. Controlla le notifiche: se dovessi trovarti nelle vicinanze di un disastro naturale, ti chiederemo se stai bene;
  2. Comunica di stare bene: se stai bene, clicca o tocca il pulsante “Sto bene” per informare subito amici e cari;
  3. Controlla come stanno gli altri: ti informeremo quando gli amici dicono di stare bene. Puoi anche controllare la lista degli amici che potrebbero trovarsi nella situazione d’emergenza.

Embeddare i video di Facebook sui nostri siti? Ora si può!

Il 25 e 26 Marzo si è svolta a San Francisco “F8 Developer Conference”, la conferenza degli sviluppatori indetta dal fondatore di Facebook per annunciare tutti i nuovi progetti in cantiere e le migliorie che verranno apportate al Social Network nel prossimo futuro.

Tra le novità Messenger Platform grazie al quale gli utenti potranno arricchire le loro conversazioni allegando immagini, GIF animate, clip audio, video e molto altro. Mark Zuckerberg durante il keynote ha introdotto anche il nuovo Messenger Business con il quale i commercianti non solo potranno inviare ai clienti la fattura ed i dati per il tracking di una spedizione tramite Messenger, ma anche processare l’acquisto e dare supporto live tramite chat: non è stata però rivelata la data di lancio.

facebook-developer-conference

Sono inoltre stati annunciati aggiornamenti riguardanti l’embedding dei post. Questo servizio è già attivo da molto tempo, con l’esclusione di una delle tipologie di post che più in questi anni si è diffusa sui social network: i video.

È possibile incorporare un video di Facebook in un sito web esterno? Adesso, finalmente si. È davvero semplicissimo ed apre la strada a moltissime potenzialità; da questo momento, esattamente come su YouTube, è possibile incorporare i video di Facebook su qualsiasi sito web.

What’s New with Facebook Video

Posted by Facebook Developers on Mercoledì 25 marzo 2015

Come incorporare i video di Facebook?

È necessario accedere a Facebook da computer, dopodichè è sufficiente cliccare sul menu in alto a destra del video o sul menu “opzioni? in basso e cliccare su “incorpora video” che appare tra le voci.

incorpora-video1

 

A questo punto Facebook vi fornirà un codice da copiare nell’HTML di qualsiasi pagina web.

incorpora-video2

 

Il video verrà inserito esattamente com’è e potrà essere visualizzato da chiunque, computer, smartphone o tablet.

La nuova funzionalità è già attiva su tutti gli account, non resta che usarla!

Welcome – Il benvenuto dei Social

Ogni Social Network ha un suo perché, un suo scopo e un suo obiettivo e non ne fa mistero: lo dichiara da subito nel suo messaggio di benvenuto. Per questo è totalmente inutile fare un copia e incolla dello stesso post sulle diverse piattaforme, ma cerchiamo di capire quale mestiere fa ogni singola piattaforma.

Analizziamo i messaggi di benvenuto dei principali social per capire a come usarli al meglio:

  1. Facebook: “Facebook ti aiuta a connetterti e rimanere in contatto con le persone della tua vita. Iscriviti. È gratis e lo sarà sempre”
  2. Twitter: “Connettiti con i tuoi amici e con altre persone accattivanti. Ricevi immediatamente aggiornamenti sulle cose che ti interessano e segui lo sviluppo degli eventi, in tempo reale, da ogni angolazione”
  3. Linkedin: “Entra a far parte della più grande rete di professionisti del mondo! Inizia subito, è gratis. La registrazione richiede meno di 2 minuti”
  4. Google+: “Crea il tuo account Google. Un account è tutto ciò che ti serve. Ti bastano solo un nome utente e una password per accedere a tutti i servizi di Google. Tutto è a portata di mano. Passa da un dispositivo all’altro e riprendi da dove ti eri interrotto”
  5. Instagram: “Immortala e condividi i tuoi momenti più belli. Instagram è un modo rapido, fantastico e divertente per condividere i momenti della tua vita con amici e familiari. Scatta una foto o registra un video, scegli un filtro per trasformarne l’aspetto e l’effetto, quindi pubblica il contenuto su Instagram, è facilissimo. Puoi anche condividerlo su Facebook, Twitter, Tumblr e altro ancora. È un modo nuovo di vedere il mondo. E non dimenticare che è gratis!”
  6. Foursquare: “Foursquare ti aiuta a trovare i luoghi perfetti dove andare con gli amici. Scopri il miglior cibo, vita notturna e il divertimento nella tua zona. Foursquare ti aiuta a trovare i luoghi perfetti dove andare con gli amici”
Infografica utenti Social Network

Infografica utenti Social Network

Ogni social ha il suo pubblico, anche per quanto riguarda il genere, l’età e il livello di scolarizzazione.

Facebook è giovane mentre in Linkedin il 79% degli utenti ha più di 35 anni. Pintarest è donna, Google plus da nerd.
Questi i dati, raccolti anche nell’infografica, e un po’ di luoghi comuni. Ma cosa c’è di vero? Io sono presente su tutti questi ma uso davvero solo Facebook, Instagram e Pinterest, quindi confermo la regola?

Quindi come come possiamo suddividere le diverse attività per non duplicare i contenuti e sfruttare al meglio le potenzialità di ogni social?

Studiando il messaggio di benvenuto e conoscendo le persone che li usano possiamo fare un uso migliore di questi mezzi e non disperdere l’energia nel duplicare inutilmente i contenuti.

facebookCrea una communty, alimenta al senso di appartenza al tuo brand, stimola alla partecipazione

twitter Genera news, sfrutta la rapidità di aggiornamento di questa piattaforma e pubblica ogni tuo pensiero (tanto nel giro di 20 minuti non lo vede più nessuno :-P)

linkedinConnettiti con i professionisti, sfruttalo per creare una rete di professionisti per promuovere i tuoi prodotti al pubblico adatto o per fare attività di recluting

g+Utilizzalo come leva in quanto strumento di Google

InstagramRendi memorabile ogni tuo scatto, anche quelli brutti fatti con lo smartphone dentro a un magazzino possono riscoprire una seconda giovinezza (se non vuoi aprire un account instagram ma vuoi comunque usare gli effetti sulle tue foto per condividerli in altri social ti consiglio di utilizzare Aviary)

4sqGeolocalizza le tue attività social, gestisci le recensioni degli utenti e modera il dibattito sul tuo brand.